FRONTONE

About This Project

INFO E CONTATTI PRO LOCO:

 

Sede: Via Roma, 137 – 61040 Frontone

Presidente: Luana Sciamanna

Anno di Costituzione: 1962

Telefono: 0721/786302

Email 1: prolocofrontone@gmail.com

Email 2: luana.sciamanna@libero.it

 

 

 

 

FRONTONE:

 

Frontone si trova ai piedi del Massiccio del Catria, la cui vetta principale garantisce tutto l’anno un clima salubre e mite, con fresche vallate e verdi colline. Durante l’inverno, Frontone è collegato mediante una funivia con i campi innevati dell’Acuto (1500 m.), mentre in primavera e soprattutto in estate, è possibile effettuare escursioni fino alle cime dell’Acuto e del Catria, le cui pendici boscose sono percorse da diversi sentieri tabellati e dotate di adeguati rifugi turistici.
Possedimento della famiglia eugubina dei Gabrielli dal 1300 al 1420, il castello passò poi ai conti di Montefeltro, inserendosi stabilmente con il passare degli anni, fra le terre del ducato di Urbino. Un tentativo di conquista da parte di Sigismondo Malatesta fu scongiurato nel 1445 con un personale intervento di Federico da Montefeltro e fu proprio nel ricordo di questo fatto, che il signore d’Urbino incaricò Francesco di Giorgio Martini di potenziare la preesistente rocca: una costruzione ulteriormente cresciuta nel tempo, quando il duca Francesco Mario II Della Rovere cedette Frontone in feudo al nobile modenese Gianmaria Della Porta, come riconoscimento degli importanti servizi a lui prestati.

Dopo anni di abbandono, nel 1965 il Castello fu acquistato da Dandolo Vitali, che lo rivendette pochi anni dopo al Conte Ferdinando della Porta. Nel 1985 il comune di Frontone decise di acquistarlo, portando avanti un’importante opera di restauro e rendendolo visitabile. Oggi è sede della collezione civica di arte contemporanea, oltre ad ospitare mostre tematiche di vario tipo, convegni, matrimoni con rito civile, banchetti.

Il Castello è riconoscibile grazie al suo aspetto austero, caratterizzato da un puntone triangolare ed un retrostante corpo più tondeggiante.

Il centro storico di Frontone si trova proprio ai piedi del Castello, appollaiato anch’esso sulla cima del ripido colle che domina la vallata, ed è composto da caratteristiche case in pietra, tra cui si dipana un sistema di particolari viuzze, con le principali che sono lunghe e strette. Ai margini del piccolo abitato non si può non notare la torre civica, con sottostante l’antica porta d’accesso, che rappresenta un evidente elemento di contrasto con le costruzioni circostanti, a causa del suo colore rosso acceso e delle sue forme molto particolari.

Dalla piazza principale del borgo, dove parte la rampa di accesso al Castello, si può godere di uno spettacolare panorama sulla valle sottostante e, soprattutto, sulle vicine cime dei monti Catria ed Acuto, che troneggiano sulla zona.

La memoria storico-architettonica dell’abitato è affidata alla chiesa di Santa Maria Assunta e all’affascinante Santuario della Madonna dell’Acquanera. La Chiesa, situata nel borgo antico, conserva una pala d’altare attribuibile a Benedetto Nucci ed un olio su tela, raffigurante la “Madonna con il Bambino e due Santi”, realizzata da un pittore locale. Il Santuario, situato alle pendici del Monte Acuto e frequente meta di pellegrinaggi, conserva una statua in terracotta rappresentante la “Madonna con il Bambino sulle ginocchia”, realizzata da Antonio Durante nel 1518.

Piatto forte di Frontone sono le tagliatelle, sia con ragù bianco di porcini, che con il ragù all’anatra e la “crescia”, da non confondere con la piadina. Un cibo succulento, da accompagnare a salumi, formaggi, prosciutto e verdura cotta, specie se di campo.

Per quanto riguarda gli eventi, a metà maggio spazio alla sagra Sapori e Profumi di Primavera – Festa del Monte Catria e del Fungo Spignolo, corredata da stand gastronomici, musica dal vivo e numerosi eventi a carattere sportivo, quali escursioni guidate e passeggiate cicloturistiche.

Durante l’estate Frontone è particolarmente attiva, con la Festa di San Lorenzo, la Festa paesana di San Savino, la Festa del Cacciatore e la  Sagra del coniglio in porchetta.

A settembre invece, si tiene la Festa della Madonna dell’Acquanera, una Processione lungo l’antico sentiero della Via Crucis, fino al Santuario dell’Acquanera.
Per finire, nelle domeniche tra fine novembre e metà dicembre, si svolge un caratteristico mercatino natalizio denominato “Nel Castello di Babbo Natale…“, nei suggestivi interni del Castello e nelle vie del centro storico.

 

 

 

 

EVENTI:

 

Festa di San Lorenzo – Agosto

Festa del Cacciatore – Agosto

Sagra del coniglio in porchetta – Agosto

Festa paesana di San Savino – Agosto

Festa della Madonna dell’Acquanera – Settembre

Mercatini di Natale – Novembre/Dicembre

Category
Pro Loco
#SEGUICI SU FACEBOOK