FRATTE ROSA E TORRE SAN MARCO

About This Project

INFO E CONTATTI PRO LOCO:

 

Sede: Via delle Mura, 11 – 61040 Fratte Rosa

Presidente: Valeria Bartocci

Telefono: 0721/735246

Email: proloco@fratterosa.org

Sito web: Pro Loco Fratte Rosa e Torre San Marco

 

 

 

 

 

FRATTE ROSA E TORRE SAN MARCO:

 

Fratte Rosa è arroccata sulla cima di un colle, in una cornice panoramica tra le più belle della provincia, posto a cavallo tra le medie valli del Cesano e del Metauro.
Tra il IX e il XIII secolo Fratte Rosa fu la capitale di un vero e proprio staterello, la Ravignana, esercitante la giurisdizione sui castelli limitrofi e direttamente dipendente dai monaci Classensi di Ravenna. Successivamente, anche per la sua posizione strategica, fu al servizio di questo o quel Signore: Malatesta, Montefeltro, Della Rovere, sono i nomi più ricorrenti nella storia di Fratte Rosa del periodo, fino al passaggio nel ‘600, nel territorio pontificio.

La frazione di Torre San Marco ha subito le stesse travagliate vicende storiche, salvo appartenere anche al ducato dei Varano, dal quale si staccò nel 1545. Dal 1562 al 1738, fu governata dai conti Bonarelli di Ancona.

Il nucleo antico dell’abitato (dalla tipica pianta a spirale) è raccolto, con le sue pittoresche abitazioni di mattoni rosa (da qui forse deriva il nome), all’interno delle mura medievali.

All’interno della cinta muraria scarpata sorge il Palazzo Comunale, nel cui sottoportico si apre un profondo pozzo d’epoca malatestiana e dove è conservata una “Deposizione” su tavola del ravennate Gianfrancesco Ragazzini (secolo XVI). Poco lontano si trova un piazzale con una moderna fontana, su cui si affaccia l’ottocentesca parrocchiale di San Giorgio, con alto campanile cuspidato. Appena fuori del castello è invece la settecentesca chiesa di Santa Maria in Castagneto, con interessante interno tardobarocco.

Meritevole di visita è il complesso conventuale di Santa Vittoria, fondato da San Francesco nel 1216. Oggi ospita il Museo delle terrecotte, dove figurano esposti i caratteristici “cocci di Fratte Rosa”, che in passato hanno reso famoso il paese, sede di varie botteghe gestite da abili artigiani. La produzione secolare è ancora attuale, grazie alla presenza di alcuni laboratori.

L’esposizione del Museo rappresenta pienamente quella che fu la produzione ceramica locale: a partire dal reperimento delle materie prime, passando attraverso la loro lavorazione, fino a presentare una gamma di oggetti finiti che sbalordiscono per quantità di forme e inventiva. Dopo l’illustrazione delle fasi di lavorazione delle terrecotte, nell’ultima sezione del museo sono esposti oggetti antichi, significativi della storia di Fratte Rosa. Realizzati in varie dimensioni, provengono da epoche e botteghe diverse. Essi testimoniano come le forme più funzionali all’uso rimangano nei secoli praticamente invariate. Al museo è stata affiancata una vera e propria scuola di ceramica, che rappresenta il naturale complemento di quest’opera di tutela culturale.

Nel territorio comunale di Fratte Rosa sorge l’antico castello di Torre San Marco, che nei secoli passati ebbe diversi nomi: Torre Fractulae, Torre della Ravignana, Torre di Camerino. Del castello rimane il palazzo nobile e l’imponente cerchia muraria. Interessante la Chiesa di San Marco, che si erge sopra un torrione ottagonale in pietra e cotto dell’XI-XII secolo, che costituisce l’attuale abside.

A maggio si celebra uno dei prodotti di punta della biodiversità regionale, grazie alla Festa della favetta di Fratte Rosa, dedicata alla Fava ed ai Tacconi (pasta fatta con farina di Fava).

A giugno si tiene il Concorso estemporaneo di pittura e scultura, grazie al quale si riscoprono e si valorizzano le tradizioni artistico/artigianali locali.

In agosto, tutti in sella con l’affascinante manifestazione Notturna in Mountain-Bike: Venti chilometri in bicicletta a partire dal tramonto, tra verdi colline, vigneti e suggestivi borghi. Una serata di festa e al contempo di promozione del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche, di cui Fratte Rosa è ormai tappa fissa e offre da anni i suoi prodotti tipici ai partecipanti: favetta, tartufo, miele e dolci come i biscottini sciroppati.

 

 

 

 

EVENTI:

 

Festa della favetta di Fratte Rosa – 2° Domenica di Maggio

Estemporanea di Pittura – Giugno

Notturna in Mountain-Bike – Agosto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category
Pro Loco
#SEGUICI SU FACEBOOK