FOGLIENSE DI TAVULLIA

About This Project

INFO E CONTATTI PRO LOCO:

 

Sede: Via Parrocchiale, 79 – 61010 Tavullia

Presidente: Alberto Attilio Puzzo

Anno di costituzione: 1993

Telefono: 0721/479430

Email: info@prolocofogliense.191.it

 

 

 

 

FOGLIENSE DI TAVULLIA

 

A un passo dalla Romagna, Belvedere Fogliense dista 12 km da Tavullia e sorge a 312 metri di altitudine.

Fino al 1922 si chiamava Montelevecchie. L’antico toponimo deriva da Castrum Montis Vetularum (Perversarum) e rivelerebbe un curioso spaccato di vita medievale.

II castello, secondo alcuni storici, era stato scelto come luogo di riposo per vecchie cortigiane “in pensione” che, oltre a filare la lana e custodire il bestiame, vigilavano sui movimenti di truppe e i traffici clandestini assai frequenti in questa terra di confine.

Il castello, in posizione strategica tra Pesaro, Urbino e Rimini, ha subito spesso scorrerie e saccheggi.

Caratteristica la rocca con il bastione, le due torri e il passaggio sopraelevato. Purtroppo con gli anni è andata completamente distrutta.

Testimonianze iconografiche del monumento sono l’acquerello di Francesco Mingucci del 1626, una serie di suggestivi disegni di Romolo Liverani del 1851 e alcune immagini firmate da Giuseppe Vaccaj di Pesaro (1836 – 1912). Del castello rimangono soltanto le mura ai lati sud ed est.

La Chiesa di San Donato, recentemente ristrutturata, è situata all’interno delle mura, sulle quali è fondata la parete di ponente e il muro del Coro. Il Battistero in pietra risale al 1578. Il campanile ha due campane, la maggiore ad uso della comunità e la minore ad uso della chiesa. Il sotterraneo del campanile serviva da ossario, mentre il Cimitero è posto a lato della Sagrestia.

All’interno della chiesa sono conservate le reliquie del Beato Ugolino delle Caminate, un eremita a cui viene attribuita la “Madonna in trono col Bambino”, raro gioiello dell’arte lignea marchigiana d’età romanica, conservata in una nicchia all’interno di San Donato. 

Oltrepassata la chiesa e lasciato alle spalle il cimitero, si apre una vera e propria terrazza sulla provincia: in lontananza il Catria, il Nerone e la Gola del Furlo, mentre più vicino la vallata del Foglia. Arrivarci al tramonto e aspettare nel belvedere le prime luci della sera è un’esperienza indimenticabile.

Di rilievo la produzione di artigianato artistico e la vendita di oggetti in legno di Francesco Bartolucci.

Un recente intervento di riqualificazione ha interessato la scalinata di Belvedere Fogliense.

Le mura cittadine si animano a luglio grazie alla Festa dell’estate, con ricche bancarelle, pasti tipici, spettacoli di strada, concerti, giochi d’animazione per bambini, laboratori artigianali, mostre di pittura e fotografia. Un’iniziativa che ogni anno richiama migliaia di persone in un’atmosfera famigliare, con la possibilità di ammirare dalle mura del castello un panorama straordinario che va dal Montefeltro, fino a scendere al mare Adriatico.

 

 

 

EVENTI:

 

 Festa dell’estate – Luglio

 

 

 

 

 

 

 

Category
Pro Loco
#SEGUICI SU FACEBOOK