SALTARA

About This Project

INFO E CONTATTI PRO LOCO:

 

Sede: Viale Matteotti, 1 – 61036 Saltara

Presidente: Giampiero Gasparini

Anno di costituzione: 1965

Telefono: 339/7500835

Email: prolocosaltara@libero.it

Sito web: Pro Loco Saltara

         

 

 

 

 

SALTARA:

 

Circondata da un paesaggio ricco di viti ed ulivi, Saltara è collocata su un colle che domina la Valle del Metauro.

A partire dal 1283, Saltara divenne soggetta al comune di Fano e da allora ne condivise le sorti storiche, sottomessa prima al dominio dei Malatesta e poi a quello dello Stato della Chiesa. Saltara divenne Comune nel 1861, con l’Unità d’Italia.

Di Saltara sono ancora ben conservate le mura del castello, con l’imponente scalinata d’accesso al centro storico, dove si trovano gli antichi mercati coperti, una via coperta a portico adibita per ospitare il mercato dal 1489.

Tra gli edifici del castello si possono notare il Palazzo comunale e la Torre civica, che reca sulla facciata frammenti dello stemma Malatestiano con il dragone alato, emblema di Saltara.

Una volta esistevano a Saltara 40 chiese. Ecco quali sono oggi, le più interessanti:

l’ex chiesa della Fonte, al cui interno si trova l’affresco della Madonna della Misericordia del Bellinzoni (‘400).

La Chiesa di S. Francesco in Rovereto è uno dei primi conventi francescani delle Marche (1215) ed è oggi utilizzato per ritiri spirituali e incontri culturali. Catturano l’occhio i grandi riquadri affrescati nella parte superiore dell’abside: la Crocifissione, S. Pietro, S. Paolo e Santa MustiolaS. Sebastiano, S. Francesco e il Beato Galeotto Roberto Malatesta, affreschi attribuiti al Bellinzoni.

Il Santuario della Madonna della Villa, con imponente gradinata e parapetto, è stato realizzato per ospitare la preziosa tavola Madonna del Rosario (1760), di Sebastiano Ceccarini.

L’ex chiesa del SS. Sacramento, sede oggi di mostre e manifestazioni culturali, conserva l’affresco “Madonna della Misericordia” (‘400), di Maestro Antonio da Pesaro.

All’interno della Chiesa parrocchiale di San Pier Celestino si trova un dipinto di San Sebastiano (Patrono di Saltara), attribuito alla scuola di Federico Barocci ed una pala d’altare raffigurante l’incarnazione di S. Pier Celestino (‘600).

Sulla facciata della Chiesa del Gonfalone è stato rinvenuto l’affresco “Giudizio Universale” (‘500), una tela di Guerrieri, ed una tela attribuita alla scuola del Perugino.

Sulla collina sovrastante, con cipressi centenari ed oliveti, si trova la settecentesca Villa del Balì, esistente già prima dell’anno mille e sede oggi del Museo del Balì, un science–center in cui si sperimenta la scienza con postazioni interattive, un nuovo planetario digitale e un osservatorio astronomico.

A seguito di alcuni scavi  lungo l’antica strada consolare Flaminia, sono stati trovati reperti della mutatio ad octavo, stazione per ricambio cavalli e una domus romana, di cui sono giunti sino a noi i frammenti di tre mosaici raffiguranti scene di caccia. Oggi i mosaici sono stati restaurati e possono essere ammirati presso il MOS – Sala mosaici di Saltara, a lato della Chiesa del Gonfalone.

La sera del Venerdì Santo si rievoca a Saltara la Passione e morte di Cristo, tramite una tradizionale processione storico-religiosa tramandata dal Medioevo e ripristinata nel 1847. Partecipano gli abitanti del luogo in costumi dell’epoca, formando un suggestivo corteo di soldati romani a piedi e a cavallo guidati da centurione, apostoli, popolani rappresentanti delle arti e dei mestieri locali, fanciulli e pie donne. Un penitente incappucciato e scalzo, che trasporta la pesante croce, è il Cireneo. All’’interno del castello e lungo i vicoli è allestita la Via Dolorosa, con le stazioni della Passione.

SALTARUA Musica in strada è un evento musicale che si svolge a luglio, snodandosi tra le vie e le piazze di Saltara e vede la partecipazione di artisti importanti.

La serata è preceduta da una cena presso gli stand gastronomici, con menù tipici tradizionali e visita alla Galleria degli Artisti. Quest’ultima, accoglie nei mercati coperti del centro le ultime opere di giovani artisti locali: installazioni contemporanee, videoart e dipinti di varia tecnica.

 

 

 

 

EVENTI:

 

• Processione Cristo morto – Marzo

• Gemellaggio – Maggio

• Saltarua – Luglio

• Giornata contro la violenza sulle donne – Novembre

• Natale – Dicembre

Category
Pro Loco
#SEGUICI SU FACEBOOK